METALMECCANICI: SCIOPERO, MANIFESTAZIONI, PRESIDI IN TUTTO IL VENETO IL 20 APRILE

Con manifestazioni per le vie cittadine, presidi davanti alle sedi di Confindustria, volantinaggi nelle zone industriali e davanti ai singoli stabilimenti i metalmeccanici faranno sentire in tutto il Veneto la propria protesta in occasione dello sciopero di 4 ore proclamato da Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm Uil per il 20 aprile a sostegno della vertenza contrattuale.

Le assemblee svoltesi in questi giorni in centinaia di aziende danno il polso di una situazione calda, che fa prevedere una forte adesione alla giornata di lotta cui nel Veneto sono interessati 240.000 lavoratori.
C’è molta determinazione tra operai, tecnici ed impiegati metalmeccanici a conquistare un buon contratto che garantisca il potere d’acquisto delle retribuzioni, estenda la contrattazione di secondo livello, porti al rilancio di investimenti e occupazione, accresca le tutele per tutti i lavoratori, rafforzi i sistemi di partecipazione ed informazione.
Su una serie di punti la trattativa, a 6 mesi dal suo avvio, procede a rilento, mentre su alcune questioni – salario in testa – Federmeccanica ed Assital hanno presentato delle controproposte inaccettabili.
In particolare propongono un meccanismo che escluderebbe il 95% dei lavoratori dagli aumenti salariali contrattuali e negano il doppio livello di contrattazione contrapponendo il contratto nazionale alla contrattazione in azienda con l’obiettivo di cancellare i due livelli contrattuali. Inoltre vorrebbero escludere dai diritti i lavoratori degli appalti e le figure più precarie e pongono pesanti ipoteche sui permessi retribuiti che vorrebbero ridurre, in parte monetizzandoli ed in parte collegandoli alla effettiva presenza sul posto di lavoro.
Sono pretese pesanti, che non favoriscono il negoziato ed i lavoratori si dichiarano pienamente concordi con la decisione di Fim Fiom Uilm di indire lo sciopero del 20 aprile, pronti a proseguire la mobilitazione qualora la situazione non si dovesse sbloccare.

 

Di seguito l’elenco, provincia per provincia, delle iniziative previste in regione per il 20 aprile 

–        Vicenza: 4 ore di sciopero con manifestazione: concentramento (ore 9) davanti alla stazione e corteo fino alla sede della Confindustria dove si terrà un presidio;
–        Padova: 4 ore di sciopero con presidio e volantinaggio davanti alla sede degli industriali. Volantinaggi e presidi sono previsti anche nelle zone industriali della bassa e alta padovana;
–        Verona: 4 ore di sciopero con presidio davanti alla sede degli industriali a partire dalle ore 10. Sono inoltre previsti presidi davanti agli ingressi degli stabilimenti in tutte le zone industriali del veronese;
–        Venezia: 4 ore di sciopero con presidi agli ingressi degli stabilimenti in tutta la provincia. Sono inoltre previsti volantinaggi nelle zone industriali della Riviera del Brenta e del Veneto Orientale (S. Donà e Portogruaro);
–        Treviso: 4 ore di sciopero così articolato: ultime 4 ore di ogni turno di lavoro per giornalieri e turnisti;
–        Belluno: 4 ore di sciopero così articolato: ultime 4 ore di ogni turno di lavoro per giornalieri e turnisti;
–        Rovigo: 4 ore di sciopero con presidi e volantinaggi davanti agli ingressi degli stabilimenti di tutta la provincia.