INTEGRATIVO REGIONALE ALL’AGRICOLA TRE VALLI

Lo smart working entra all’Agricola Tre Valli in via sperimentale. Lo stabilisce il contratto integrativo per il gruppo a livello regionale, sottoscritto il 29 maggio tra azienda e sindacati, che sarà ora sottoposto ai lavoratori per l’approvazione definitiva.
Agricola Tre Valli Soc. Coop. occupa circa 5.200 lavoratori del settore avicolo e cunicolo nelle provincie di Verona, Vicenza, Treviso e Padova.

Molti i punti affrontati dall’intesa, arrivata dopo 7 mesi di negoziato, che prevede un incremento del premio di risultato pari a 520 euro nel periodo di vigenza.
Tra le varie questioni va sottolineato l’avvio delle comunità di sito con l’applicazione del contratto dell’alimentazione ai lavoratori degli appalti, oggi inquadrati in una miriade di contratti diversi.

Questi – più in dettaglio – i principali contenuti dell’ipotesi di accordo così come sintetizzato in una nota della Flai Cgil del Veneto:

  • Riallineamento a 4 anni della durata del contratto di II livello
  • Incremento del Premio di Risultato pari a 520,00 € (6,62 %) nel periodo di vigenza e inserimento di nuovi parametri condivisi
  • Aggiornamento della “stagionalità” con introduzione di due parametri (n. giornate e percentuale di utilizzo) per la sua definizione
  • Inclusione del personale Avventizio nella rotazione organizzativa delle pause estive
  • Previsione di Welfare, in tutto o in parte alternativo al Premio su scelta del singolo lavoratore, misurato e condiviso per sito sulle esigenze della popolazione aziendale
  • Rafforzamento delle Relazioni Industriali con aumento degli strumenti di condivisione ed esigibilità
  • Consolidamento delle azioni nell’ambito della Sicurezza e prevenzione. Introduzione di due progetti condivisi di formazione verso movimenti ripetitivi e malattie professionali
  • Rimodulazione della Formazione con piani formativi condivisi e certificazione del curriculum formativo individuale
  • Aumento al 12 % della previsione di part-time per sito
  • Avvio delle Comunità di sito, in particolare in tema di sicurezza e accesso ai servizi, con applicazione dei CCNL del settore Alimentare nei rinnovi di appalto
  • Avvio sperimentazione “smart working”

A partire dal 7 giugno l’ipotesi di accordo passerà per la validazione nelle assemblee dei lavoratori.

Con le parole chiave , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati