EX VENETO AGRICOLTURA: PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE DI VENEZIA

La manifestazione organizzata da Cgil Cisl Uil di categoria è a sostegno della causa pilota intentata per il riconoscimento contrattuale.
Sarà anche l’occasione per portare all’attenzione il piano di riorganizzazione dell’ente che prevede tagli di sedi e affidamento ai privati di parte del know how.

“Mercoledì 11 ottobre, presso il tribunale di Venezia Sezione Lavoro – scrivono Cgil Cisl Uil di categoria – si terrà la seconda udienza relativa alla causa “pilota” intentata da un dipendente della Agenzia Veneta per l’Innovazione nel Settore Primario  ex Veneto Agricoltura, ente della Regione Veneto, per vedersi riconosciuti da parte dell’Agenzia e della Regione i contenuti del contratto di riferimento che non viene applicato da almeno due rinnovi se non parzialmente e a seguito delle vertenza intrapresa dalle lavoratrici e dai lavoratori.

L’istanza che ha visto comunque l’adesione del 90% dei dipendenti, pronti a riproporla in futuro, intende evidenziare – dicono ancora le organizzazioni sindacali – le difficoltà che stanno vivendo in questa fase di riorganizzazione dell’Ente, che intende chiudere diverse sedi, ridurre competenze e affidare a privati parte del know how acquisito nel tempo.
Inoltre chiedono di chiarire e rendere più comprensibili due articoli della legge istitutiva di Aspiv che mescolano le norme applicative di 2 contratti, uno privato e uno pubblico, rendendo particolarmente difficile il rapporto con Ente e Regione”.

Al presidio parteciperanno, oltre alla RSU, le delegazioni di categoria di Cgil-Cisl-Uil.

Con le parole chiave , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati