ELETTA NUOVA SEGRETERIA CGIL Veneto

CGIL VENETOELETTA LA NUOVA SEGRETERIA REGIONALE DELLA CGIL. QUATTRO I COMPONENTI, PER META’ DONNE

Il Direttivo della Cgil del Veneto ha eletto la nuova Segreteria regionale che si presenta per il 50% al femminile.Oltre che da Elena di Gregorio, Segretaria Generale già eletta a conclusione del congresso confederale, il massimo organismo dirigente della Cgil del Veneto è composto da Tiziana Basso, proveniente da una categoria industriale, Adriano Filice, con una lunga esperienza nel terziario, Paolo Righetti, già membro della Segreteria precedente.
Questi in breve i profili dei neo eletti:

Tiziana Basso, 46 anni di Mira: ha iniziato l’esperienza sindacale come RSU alla coop di Mira dove lavorava frequentando al contempo la facoltà di Scienze Politiche all’Università di Padova. Nel 1999 ha assunto un incarico alla Filcams (sindacato del commercio), prima come responsabile della Riviera del Brenta, quindi come Segretaria provinciale.
Nel 2006 è diventata Segretaria Generale dell’allora Filtea (sindacato dei tessili) di Venezia dove è rimasta fino al 2010 quando, con la nascita della Filctem dall’accorpamento tra i sindacati dei tessili, dei chimici e dell’energia, è stata eletta nella segreteria regionale della nuova categoria.

Adriano Filice, 55 anni di Verona: ha maturato il proprio percorso sindacale nel settore terziario, iniziando come delegato della Metro di Verona per poi entrare, nel 2001, nella segreteria provinciale della Filcams (sindacato del commercio) di cui un paio d’anni dopo divenne Segretario Generale.
Nel 2010 è stato eletto Segretario Generale della Filcams del Veneto che ha diretto fino ad oggi.

Paolo Righetti, 54 anni di Verona: il primo impegno nel sindacato l’ha svolto come delegato della Telecom di Verona vivendo un’esperienza che lo ha portato, nel 1989, alla segreteria provinciale dell’allora Filpt (sindacato delle poste e dei telefoni) e, nel 1995, in quella regionale con il compito di coordinamento delle telecomunicazioni del Veneto.
Nel 2004 è approdato ad un incarico confederale come componente della Segreteria della Cgil veronese per poi passare, nel 2010, alla Segreteria regionale della Cgil.