XVIII Congresso della Cgil ‘Il Lavoro è’

Si terrà dal 22 al 25 gennaio 2019  presso la Fiera del Levante di Bari il XVIII  Congresso della Cgil nazionale ‘Il Lavoro è’.
Si conclude così il lungo percorso congressuale che ha impegnato la Confederazione a tutti i livelli con lo svolgimento di assemblee e congressi territoriali e di categoria. Attesi 866 delegate e delegati, 1500 invitati e un centinaio di ospiti internazionali provenienti da quaranta Paesi, per un totale di circa tremila presenze.

A precedere l’apertura dei lavori congressuali, lunedì 21 gennaio, sarà una Conferenza internazionale su ‘Il futuro del movimento sindacale europeo e internazionale. Crisi della democrazia e populismo, rivoluzione digitale e tendenze della globalizzazione’ che vedrà la partecipazione di numerose delegazioni straniere. L’appuntamento è alle ore 16 presso l’Archivio di Stato di Bari in Via Oreste Pietro 45.
(Programma)
I lavori del XVIII Congresso della Cgil prenderanno il via martedì 22 gennaio. Alle ore 11 è prevista la relazione del segretario generale della Cgil Susanna Camusso. A seguire il saluto di Carla Nespolo, presidente nazionale Anpi e gli interventi dei segretari generali di Cisl e Uil Anna Maria Furlan e Carmelo Barbagallo. Nel pomeriggio, ore 15.30, prenderanno la parola il presidente della Confederazione Europea dei Sindacati Rudy De Leeuw e il Presidente della Confederazione Sindacale Internazionale Ayuba Wabba.
Mercoledì 23 gennaio il dibattito congressuale sarà intervallato da due iniziative. Alle ore 12 sarà presentato il libro di Paolo Borrometi ‘Un morto ogni tanto’. Ne discuteranno, oltre all’autore, Rosy Bindi, Susanna Camusso e Michele Emiliano. Alle 17.30 si terrà la lectio magistrali di Rosy Bindi dal titolo ‘40’ anniversario della riforma sanitaria’.
Giovedì 24 gennaio verrà convocata l’Assemblea generale della Cgil che eleggerà il nuovo segretario generale.
I lavori si concluderanno venerdì 25 gennaio con il saluto della Cgil a Susanna Camusso, previsto per le ore 10, e con l’intervento di chiusura del neoeletto segretario generale in programma alle ore 12.

Le tappe del percorso Congressuale

La decisione di svolgere il XVIII Congresso della Cgil a Bari dal 22 al 25 gennaio 2019 è stata assunta, il 10 marzo scorso, dal Comitato direttivo del sindacato che ha eletto la commissione politica, composta da 52 membri più i componenti la segreteria nazionale, e votato la delibera che ha dato il via al percorso congressuale.
Tra il 5 aprile e il 18 maggio si sono svolte circa 1500 assemblee generali che si sono tenute nei luoghi di lavoro su tutto il territorio nazionale.
Dal 20 giugno al 5 ottobre si sono svolte, invece, le assemblee congressuali di base. A seguire e fino al 31 ottobre si sono tenuti i congressi delle categorie territoriali, delle Camere del lavoro territoriali e metropolitane e delle categorie regionali.
I congressi delle Cgil regionali hanno preso il via il 5 novembre e si sono conclusi il 24 dello stesso mese. Dal 26 novembre al 20 dicembre, si sono svolti i congressi delle categorie nazionali dei lavoratori attivi e quello del sindacato dei pensionati della Cgil dal 9 all’11 gennaio.

I documenti Congressuali

DOCUMENTI CONGRESSUALI – Il volantone

Il Comitato Direttivo del 29 maggio ha assunto, a larghissima maggioranza, il documento congressuale “Il lavoro è…”, con prima firmataria Susanna Camusso e sottoscritto da tutti i componenti la segreteria confederale nazionale.
Un secondo documento “Riconquistiamo tutto! 10 parole per cambiare il Lavoro e la Cgil” è stato presentato da Eliana Como e firmato da 5 componenti il Comitato Direttivo. I due documenti dalla consultazione degli iscritti hanno raccolto rispettivamente il 98% e il 2% dei voti.

I candidati

Nella riunione dei segretari confederali che si è tenuta l’8 ottobre, il segretario generale della Cgil Susanna Camusso ha proposto Maurizio Landini come candidato alla sua successione, una proposta che è stata condivisa dalla maggioranza dei componenti della segreteria. Nell’ultimo Comitato direttivo del 20 dicembre il segretario confederale della Cgil Vincenzo Colla ha espresso la propria disponibilità a candidarsi alla guida della Cgil.