LEGALITÀ NELLA LOGISTICA: UN TAVOLO CON GOVERNO E IMPRESE

È aperto, nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico, il “tavolo della logistica” che vede governo, sindacati e parti datoriali impegnati in un confronto sul comparto.
Il confronto è iniziato il 19 ottobre ed il 29 novembre Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno presentato “un pacchetto di proposte utili a interrompere i meccanismi distorti perpetrati nel settore attraverso la pratica degli appalti, ormai completamente fuori il controllo degli stessi committenti”.

continua a leggere

LOGISTICA: UN NUOVO CONTRATTO CHE TUTELA DI PIÙ IL LAVORO

Firmato, dopo una lunga trattativa, il nuovo contratto nazionale per i 700.000 lavoratori della logistica con importanti novità sugli appalti, sulla normazione di alcune nuove figure, come il rider, oltre che sul salario che viene aumentato di 108 euro, oltre ad un’una tantum di 300 euro.
L’intesa, che interessa i comparti della logistica, del trasporto merci e spedizioni, è stata sottoscritta da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti con la gran parte delle 25 associazioni datoriali (mancano i rappresentanti delle centrali cooperative).

continua a leggere

Intervista del Segretario Generale della Cgil del Veneto al giornale online Timer Magazine

FERRARI (CGIL): IL VENETO PUÒ DIVENTARE LEADER EUROPEO DEL MANIFATTURIERO. BASTA IMMOBILISMO DELLA POLITICA
pubblicato 25 novembre 2017 da Daniela Boresi

di Giorgio Gasco

Ricompaiono le file di camion, scomparse progressivamente negli ultimi dieci anni, da quando il crac della Lehman Brothers ha dato il via alla crisi economica più pesante dopo quella del 1929. Al di là degli indicatori prospettici di Istat, Bankitalia e del governo Gentiloni che fanno ben sperare nella ripresa anche dell’Italia, che qualcosa si stia realmente muovendo lo si vede percorrendo le autostrade italiane, del Nordest in particolare: i mezzi pesanti sono tornati segno che la ripresa, seppure assai lenta, è in atto.

continua a leggere

DOMENICA FERMO IN VENETO IL TRASPORTO FERROVIARIO

Sciopero dei treni in tutto il Veneto domenica, 26 novembre, dalle 9 alle 17. L’agitazione, proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Ugl Trasporti, Fast Ferrovie, OR.SA, riguarda il personale viaggiante di Trenitalia e comporterà il blocco della circolazione, escluse le Frecce che viaggeranno regolarmente.
La vertenza, aperta da tempo, riguarda le carenze di organico (almeno 40 macchinisti e 25 capi treno) nell’area veneta (Divisione Regionale) che appesantiscono le condizioni di lavoro e sono di ostacolo alla stessa fruizione delle ferie e dei riposi tra lavoratori che già fanno una vita pesante, essendo soggetti a turni e, nel caso dei capi treno, anche a rapporti con un pubblico a volte problematico, arrivato in alcuni casi a sfociare in aggressioni.

continua a leggere

VENETO STRADE: IL SINDACATO PER UN INCONTRO URGENTE

Veneto Strade: FILT CGIL – FIT CISL – UILTRASPORTI – SADA Fast del Veneto si rivolgono agli Assessori regionali ai Trasporti ed al Bilancio, De Berti e Forcolin, oltre che ai Presidenti di tutte le Province venete e della Città Metropolitana di Venezia, per affrontare in un “incontro urgente” una situazione decisamente preoccupante.
Secondo il FILT CGIL – FIT CISL – UILTRASPORTI – SADA Fast regionali non si comprende “quale possa essere un progetto alternativo che rilanci il ruolo della società e che abbia al centro la difesa dell’occupazione e della qualità del servizio senza la ridefinizione di un nuovo assetto societario con a capo la Regione Veneto”. Per questo è necessaria “l’uscita dall’azionariato delle Province non più in convenzione (ossia tutte, eccetto Belluno – ndr), che permetta alla Regione di strutturare con Anas gli assetti definitivi della società”.

continua a leggere

IL TRASPORTO MERCI SI FERMA, ECCO PERCHÉ

È sciopero dalle 00.00 di lunedì 30 fino 24.00 di martedì 31 in Veneto, oltre a presidi e volantinaggio in tutte le aziende del settore, sono organizzati presidi al Porto di Venezia, all’Interporto di Padova e all’Interporto di Verona.
Il senso di questa mobilitazione per il contratto in un settore dove spesso i diritti sono calpestati e le condizioni di lavoro sono basse lo spiega in questo intervento il Segretario Generale della Filt del Veneto, Renzo Varagnolo.

continua a leggere