INFORTUNI SUL LAVORO IN AUMENTO IN ITALIA E NEL VENETO

Aumentano gli infortuni e le morti sul lavoro in Italia e nel Veneto. Lo si legge nella “nota trimestrale congiunta sulle tendenze dell’occupazione” prodotta da Ministero del Lavoro, Istat, Inps e Inail e lo si vede nella banca dati dell’Inail.

continua a leggere

31 MARZO: METALMECCANICI A REGGIO EMILIA, EDILI A ROMA

Oltre alla manifestazione dei lavoratori del turismo e dei servizi, diversi appuntamenti a carattere nazionale sono in programma per venerdì 31 marzo. Tra i principali, quello della Fiom su salute e sicurezza sul lavoro e quello della Fillea sul referendum.

continua a leggere

PFAS: SORVEGLIANZA SANITARIA E TAVOLO REGIONALE SULLA MITENI

Cgil Cisl Uil, Filctem, Femca, Uiltec e la Rsu della Miteni hanno incontrato la Regione mentre all’esterno della sede del Consiglio regionale un nutrito gruppo di lavoratori ha dato vita ad un presidio.
Al termine gli Assessori intervenuti (Ambiente, Sanità, Lavoro) assieme al Presidente del Consiglio regionale hanno assunto l’impegno di estendere il monitoraggio sanitario, già previsto sulla popolazione esposta ai Pfas, anche ai lavoratori della Miteni in servizio, a quelli pensionati e anche ai dipendenti dell’indotto, manutentori e terzisti che operano nell’area dello stabilimento.
Inoltre sarà attivato un tavolo cui partecipino sindacati ed azienda per affrontare i temi degli investimenti, il piano industriale, l’occupazione.

continua a leggere

PFAS: INCONTRO E PRESIDIO IN REGIONE

Incontro nel pomeriggio tra le segreterie regionali di Cgil Cisl Uil, le rispettive categorie del lavoratori chimici (Filctem, Femca, Uiltec), la Rsu e gli Assessori regionali all’Ambiente Bottacin, alla Sanità, Coletto, al Lavoro, Donazzan sulla vicenda della Miteni e sull’emergenza Pfas.
In contemporanea una nutrita delegazione di lavoratori della Miteni, in sciopero per l’intera giornata, sarà in presidio all’esterno della sede del Consiglio regionale veneto a sostegno delle proprie posizioni che non possono vedere la Regione assente.

continua a leggere

È STRAGE SUL LAVORO. IN UN GIORNO TRE MORTI NEL VENETO

Due operai ed un autotrasportatore hanno perso la vita ieri all’interno di altrettante aziende venete. Sono Giancarlo Campese, 55 anni, dipendente della falegnameria Baldin di Sandrigo, Gino Menegazzo, autotrasportatore, 78 anni, alla Stabila di Isola Vicentina, Damiano Varetto, 38 anni, dipendente della Plastotecnica di Bagnoli di Sopra. Tre vite spezzate, tre famiglie nel lutto, tre casi in cui il lavoro anziché fonte di vita, di realizzazione e di reddito si trasforma in causa di morte senza guardare in faccia condizioni ed età.

continua a leggere

APE AGEVOLATA PER GLI EDILI: DEVONO CAMBIARE I CRITERI

Per la gravosità del loro lavoro sono stati inseriti tra le categorie che hanno accesso all’Ape agevolata (che consente il pensionamento a 63 anni di età), ma i requisiti richiesti sono tali per cui difficilmente un lavoratore edile – la cui attività è spesso discontinua e per cui vi è un elevato ricorso ad ammortizzatori sociali – può accedere all’anticipo pensionistico.
Eppure si tratta di una categoria particolarmente esposta agli infortuni sul lavoro soprattutto nelle fasce d’età più elevate, a dimostrazione che il lavoro sulle impalcature non è propriamente adatto ad operai ultrasessantenni.

continua a leggere