MACERATA, SOSPESA LA MANIFESTAZIONE DI SABATO MA LA MOBILITAZIONE RESTA

Sospesa, a seguito dell’appello del sindaco, la manifestazione contro i fascismi in programma per il 10 febbraio a Macerata. Ma la mobilitazione e l’impegno democratico non si fermeranno per questo e nuovi appuntamenti verranno calendarizzati.
“Rispettiamo le istituzioni, abbiamo accolto l’invito del sindaco di Macerata, ma sabato dovrà essere una giornata di democratica e civile mobilitazione antifascista”, dice su Twitter il segretario generale della Cgil Susanna Camusso dopo la decisione assunta insieme a Anpi, Arci e Libera di sospendere la manifestazione del 10 febbraio. “Prepariamo – aggiunge Camusso – la manifestazione nazionale con presidi, manifestazioni, momenti di riflessione MaiPiuFascismi”.

continua a leggere

“MAI PIÙ FASCISMI” SABATO MANIFESTAZIONE A MACERATA

Macerata, 10 febbraio: associazioni, partiti, sindacati, movimenti democratici saranno insieme per dire no a tutti i fascismi e razzismi.
La sparatoria contro un gruppo di migranti per opera di Luca Traini avvenuta sabato 3 febbraio nel capoluogo marchigiano è definito dall’Anpi “un fatto di una gravità inaudita”.
“Le Istituzioni – chiede l’Anpi – assumano immediatamente provvedimenti e la condanna sia unanime. È intollerabile il giustificazionismo di queste ore che addirittura imputa alle vittime la colpa dell’accaduto.
Invitiamo caldamente l’Italia antifascista e democratica a scendere in piazza il 10 febbraio a Macerata per costruire tutti insieme una rinnovata stagione di impegno per la libertà, la solidarietà e la convivenza civile: la Costituzione non si calpesta, si attua”.

continua a leggere

FUNZIONI LOCALI E SANITÀ IN AGITAZIONE IL 5 FEBBRAIO

Mobilitazione il 5 febbraio per sollecitare il rinnovo dei contratti nazionali delle Funzioni locali e della Sanità. Iniziative si svolgeranno in tutta Italia, mentre a Roma è previsto un presidio a palazzo Vidoni, sede del ministero della Pubblica amministrazione.
I segretari generali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, Serena Sorrentino, Maurizio Petriccioli e Michelangelo Librandi, hanno chiesto un incontro alla Ministra Marianna Madia in concomitanza con la giornata di lotta.

continua a leggere

RESTAURATORI: DOPO 13 ANNI NON HANNO ANCORA LA QUALIFICA

Da 13 anni aspettano il riconoscimento della qualifica da parte del Ministero dei Beni Culturali ed intanto continuano ad essere “i fantasmi” nei cantieri di restauro del patrimonio italiano.
Per questo il 26 gennaio daranno vita ad un presidio davanti al Ministero per evidenziare che nella situazione in cui si trovano sono ridotti alla precarietà, esposti a contratti al ribasso ed ad un’alta ricattabilità sul lavoro.

continua a leggere

GOMMA PLASTICA: SCIOPERO E MANIFESTAZIONE A MILANO

Con 16 ore di sciopero (di cui 8 a livello nazionale e 8 a livello territoriale da tenersi entro il 31 gennaio) ed una manifestazione a Milano, sotto la sede della Federazione Gomma Plastica, il 15 gennaio, Filctem, Femca e Uiltec rispondono a quello che definiscono uno scontro cercato e voluto da Confindustria che, con una interpretazione unilaterale del contratto, opera un’inaccettabile espropriazione nei confronti dei lavoratori.

continua a leggere

MIGLIAIA DI EDILI MANIFESTANO A PADOVA PER IL CONTRATTO

Sono arrivati a migliaia da tutto il Veneto, il Trentino ed il Friuli, per chiedere il contratto, la sicurezza e la legalità nei cantieri. In occasione dello sciopero durato l’intera giornata, i lavoratori edili hanno manifestato a Padova, pieni di cartelli, striscioni, megafoni e palloncini.
Il corteo si è snodato per le vie della città, partendo dalla stazione ferroviaria e facendo un giro alla fine del quale sono ritornati verso piazza De Gasperi, dove sul palco si sono succeduti sindacalisti e lavoratori, fino al comizio conclusivo di Emilio Correale, della Segreteria nazionale della Feneal Uil.

continua a leggere