AUTOTRASPORTO E LOGISTICA FERMI IL 30 E 31 OTTOBRE

Merci ferme a cavallo tra la domenica e la festività del primo novembre per lo sciopero proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti nel settore della logistica, dell’autotrasporto e delle spedizioni. L’astensione dal lavoro riguarderà le intere giornate del 30 e 31 ottobre e vedrà in Veneto presidi esterni al porto di Venezia, all’interporto di Padova ed a quello di Verona.
Il contratto nazionale è scaduto da due anni ed, a fronte dell’atteggiamento delle associazioni datoriali volto ad abbassare il livello di diritti e tutele in un settore già fortemente esposto, si è arrivati alla rottura delle trattative.

continua a leggere

PER LO IUS SOLI IN PIAZZA A ROMA

Cgil, Cisl, Uil il prossimo 13 ottobre, alle ore 16.30, saranno in Piazza Montecitorio, a Roma, insieme ad associazioni, insegnanti, genitori e alunni, politici, parlamentari, uomini di cultura, a sostegno dell’iniziativa Cittadinanza Day, promossa da #ItalianiSenzaCittadinanza e L’Italia sono anch’io.

continua a leggere

EX VENETO AGRICOLTURA: PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE DI VENEZIA

La manifestazione organizzata da Cgil Cisl Uil di categoria è a sostegno della causa pilota intentata per il riconoscimento contrattuale.
Sarà anche l’occasione per portare all’attenzione il piano di riorganizzazione dell’ente che prevede tagli di sedi e affidamento ai privati di parte del know how.

continua a leggere

ILVA: IN SCIOPERO CONTRO IL PIANO LACRIME E SANGUE

Sciopero anche a Marghera dei lavoratori dell’Ilva, il 9 ottobre, a fronte del piano lacrime e sangue presentato dall’azienda.
La fabbrica si è svuotata mentre i lavoratori all’esterno hanno distribuito volantini per evidenziare la situazione che vede minacciati 4.000 posti di lavoro (su 14.000) a livello di gruppo, nell’ambito dei quali il sito veneziano (ormai ridotto ai minimi termini ristrutturazione dopo ristrutturazione) perderebbe 35 addetti su 80.

continua a leggere

MELEGATTI A RISCHIO. LAVORATORI DAL PREFETTO

Materie prime che mancano, lavoratori da due mesi senza stipendio ed ora la cassa integrazione. Tra i lavoratori della Melegatti (90 diretti e 230 stagionali tra i due stabilimenti di San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo) la preoccupazione è alle stelle. L’azienda è in crisi di liquidità e se non si opera velocemente un aumento di capitale (per il 30 ottobre è convocata l’assemblea straordinaria dei soci) rischia di saltare la campagna natalizia proprio nello storico marchio che ha inventato il pandoro.

continua a leggere

CONTRATTO CHIMICO COIBENTI: SCIOPERO RIUSCITO A MARGHERA

Il 5 ottobre si è tenuto lo sciopero nazionale per il rinnovo del contratto nazionale del settore chimico coibenti scaduto da due anni.
“A Marghera – riferisce una nota della Filctem Cgil – la partecipazione è stata totale per i dipendenti del settore in un momento di manutenzione importante per le ditte appaltatrici”.

continua a leggere