Pulizie nelle scuole: lavoro a rischio. Sciopero il 21 gennaio

Scatta domani a tutti gli effetti il licenziamento dei 571 addetti alle pulizie nelle scuole del Veneto dipendenti da imprese di appalto. Una quota dei lavoratori sarà riassorbita, entrando con concorso alle dipendenze della pubblica amministrazione; ma un numero consistente (oltre 170 in regione; 5.000 a livello nazionale) resterà a …

Sicurezza sul lavoro: si riuniscono RLS e RLST del Veneto

Lunedì 9 dicembre 2019 all’Auditorium Padiglione Giovanni Rama (Ospedale dell’Angelo, via Paccagnella 11 – Mestre) si svolgerà la Assemblea regionale veneta dei Delegati dei Lavoratori per la Sicurezza e la Salute nei luoghi di lavoro.All’appuntamento parteciperanno i delegati alla sicurezza aziendale e territoriali provenienti da tutto il Veneto. Due gli …

Il lavoro degli stranieri in Veneto il 10 dicembre a Mestre

Stranieri in Veneto: una componente in crescita che riequilibra il calo demografico e che offre forza lavoro impiegata in mansioni faticose ed in settori specifici (turismo, costruzioni, logistica, servizi personali) producendo un valore aggiunto pari al 9,8% del Pil regionale.Ma come la presenza nel mondo del lavoro di manodopera immigrata …

ILO, cent’anni per pace, lavoro, giustizia sociale

“Cent’anni per la pace, il lavoro, la giustizia sociale” è il titolo di un incontro seminariale organizzato dalla Cgil del Veneto in occasione del centenario dalla costituzione (nel 1919) dell’Ilo, l’organizzazione internazionale del lavoro. Ai lavori, in programma per giovedì 5 dicembre, nella sede della Cgil regionale in via Peschiera …

25 novembre, la Cgil contro la violenza sulle donne

La Cgil del Veneto sostiene e partecipa a tutte le iniziative organizzate dalle proprie strutture in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Un fenomeno in aumento, che l’anno scorso ha visto in Italia 142 vittime (di cui 119 in famiglia) e dal quale il Veneto è tutt’altro …

Siria: il comunicato unitario di Cgil, Cisl, Uil

Cgil Cisl e Uil esprimono la loro profonda preoccupazione di fronte ai bombardamenti contro la popolazione curda nel nord della Siria e all’ingresso di truppe turche in Siria.Una escalation militare che si sta generando nella Siria già martoriata dalla guerra cominciata nel 2011 e che ha fatto oltre 250.000 vittime, quasi …