ATA: 67.000 FIRME CONTRO LE RESTRIZIONI

Rappresentanti del personale non docente della scuola hanno consegnato alla Ministra dell’Istruzione, Fedeli, una petizione sostenuta da 66.969 firme contro le restrizioni che hanno prodotto una riduzione degli organici ed un peggioramento delle condizioni di lavoro, oltre che del servizio, costringendo il personale a turni sempre più gravosi. In particolare chiedono di reintegrare subito i 2.020 posti tagliati e di abolire il divieto alle sostituzioni in caso di assenza.

continua a leggere

RIFANNO I VOUCHER MA L’ALTERNATIVA AI BUONI LAVORO C’È GIÀ

Non è vero che i nuovi voucher saranno come un contratto di lavoro perché un contratto prevede diritti, retribuzioni adeguate alla mansione svolta ed altro: tutte cose assenti nei voucher resuscitati dal governo anche se sotto un altro nome.
Ma l’alternativa ai buoni lavoro esiste sia per le famiglie che per le imprese.

continua a leggere

TUTTI A ROMA CONTRO LO SCHIAFFO ALLA DEMOCRAZIA

Pubblichiamo la lettera che il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha indirizzato a tutti gli iscritti alla confederazione in vista della manifestazione nazionale del 17 giugno contro la reintroduzione dei voucher e lo schiaffo alla democrazia.

“La Cgil ha indetto per il 17 giugno 2017 una manifestazione nazionale straordinaria. Straordinaria perché urgente, straordinaria perché parla soprattutto di democrazia, straordinaria perché contesta comportamenti antidemocratici che non hanno precedenti nella storia repubblicana.

continua a leggere

17 GIUGNO: STUDENTI IN PIAZZA CON LA CGIL

La Rete degli Studenti Medi e l’Unione degli Universitari il 17 giugno saranno in piazza con la Cgil contro il giochetto di prestigio del Governo che ha reintrodotto i voucher dopo averli appena aboliti arrivando così a togliere il diritto di espressione democratica ai cittadini italiani su un tema oggetto di referendum.

continua a leggere

PRESIDIO A ROMA DI UNIVERSITÀ, RICERCA E AFAM

Tornano in piazza i lavoratori di università, ricerca e alta formazione artistica e musicale (Afam). L’appuntamento è per il 18 maggio, dalle ore 10 alle ore 13 a piazza Vidoni (Roma), davanti alla sede del Ministero della Funzione Pubblica. A promuovere il presidio sono i sindacati di categoria Flc Cgil, Fir Cisl e Uil Rua con l’obiettivo di cambiare il Decreto Madia, dire basta al precariato e aprire subito le trattative per il rinnovo del contratto.

continua a leggere