DONNE IN RETE AD ABANO TERME

Segretarie e dirigenti della Cgil veneta sono ad Abano per approfondire attraverso il programma formativo “donne in rete” la qualità della contrattazione in un’ottica di genere.

continua a leggere

IN VENETO MENO PENSIONI. ASSEGNO SOTTO I 900 EURO LORDI

Diminuisce il numero di pensioni, aumenta, anche se di poco, l’importo medio dell’assegno che però rimane sempre molto basso. Lo Spi Cgil regionale presenta un aggiornamento del quadro in base agli ultimi dati dell’Inps per quanto riguarda le pensioni dei dipendenti privati.

continua a leggere

BONUS BEBÈ ANCHE SENZA PERMESSI DI SOGGIORNO LUNGHI

Il bonus bebè va riconosciuto agli extracomunitari che si trovano in Italia per motivi di lavoro anche se non hanno un permesso di soggiorno di lungo periodo. Questa la sentenza del Tribunale di Padova che ha accolto il ricorso di una cittadina moldava sostenuta dalla Cgil, attraverso il Patronato Inca, a cui l’Inps aveva negato il riconoscimento dell’assegno.

continua a leggere

APPLICAZIONE DELLA 194: UNA PIATTAFORMA A PADOVA

Come più volte denunciato dalla Cgil, in Veneto si riscontrano difficoltà – a partire dall’altissima presenza di obiettori e dalle carenze organiche dei Consultori – nell’applicazione della legge 194 sull’interruzione di gravidanza.
Su questa problematicità è ora intervenuta – per quanto riguarda il proprio ambito territoriale – la Cgil di Padova che, assieme allo Spi ed alla Fp, ha presentato all’Ulss ed all’Azienda Ospedaliera una piattaforma per il pieno esercizio (ed in piena serenità) da parte delle donne di un diritto sancito dalla legge.

continua a leggere

INTERRUZIONE GRAVIDANZA: IN VENETO DIFFICOLTÀ NELL’APPLICAZIONE

Nel Veneto il 76% dei ginecologi e l’80% del personale sanitario sono obiettori di coscienza e la regione si trova in coda tra tutte quelle italiane (assieme a Calabria, Umbria e Valle d’Aosta) per la lunghezza dei tempi di attesa tra il rilascio della certificazione e l’intervento di interruzione di gravidanza, che in molti casi viene effettuato al limite dei tempi (3 mesi dal concepimento) oltre i quali non sarebbe più possibile.

continua a leggere

INSIEME PER RIBADIRE IL VALORE DELLE FESTIVITÀ

Filcams Fisascat e Uiltucs Regionali del Veneto in occasione delle giornate festive di Pasqua, Pasquetta, 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno invitano i lavoratori del commercio e gli addetti di tutte le attività svolte nei centri commerciali ad astenersi dal lavoro nelle suddette festività.
Ribadiscono il valore del non lavoro nelle domeniche e nelle festività e confermano la netta contrarietà alle aperture festive nel settore commercio.

continua a leggere