ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: ACCORDO TRA SINDACATO E ARTIGIANI

È stato sottoscritto il 23 gennaio, alla presenza della Regione e dell’Ufficio Scolastico regionale, un accordo interconfederale tra associazioni artigiane Confartigianato, Cna, Casartigiani e Cgil Cisl Uil del Veneto sulla promozione dell’alternanza scuola lavoro nelle aziende artigiane della regione.
L’intesa arriva al termine di un lungo confronto iniziato dopo la firma del protocollo sull’alternanza scuola lavoro con la Regione Veneto ed introduce una serie di strumenti che puntano a qualificare la natura formativa dell’alternanza scuola lavoro creando le condizioni per attuarla in un tessuto produttivo di micro imprese.

continua a leggere

GIOVANI IN VENETO SEMPRE PIÙ PRECARI E CON BASSE RETRIBUZIONI

Nel 2011 il 62% dei giovani operai veneti era inquadrato con un contratto a tempo indeterminato, oggi la loro percentuale è scesa di 10 punti e la retribuzione media è di 1.329 euro lordi al mese. Per gli altri, i precari, la retribuzione è meno della metà (8.358 euro lordi in un anno) e la loro quota è costantemente in crescita.

continua a leggere

BILANCIO DELLA REGIONE: LE OSSERVAZIONI DELLA CGIL

La Cgil del Veneto ha inviato al Presidente ed ai componenti della Prima Commissione del Consiglio regionale una nota di osservazioni al bilancio regionale in cui sono presenti proposte di integrazione e di modifica.
In particolare sono stati presi in esame tutti i documenti relativi alle leggi e deliberazioni venete in materia finanziaria, assumendo così un quadro completo di riferimento.

Il documento con le osservazioni

PFAS: CGIL CISL UIL SOLLECITANO LA RIPRESA DEL CONFRONTO

Cgil Cisl Uil del Veneto e di Vicenza chiedono la “tempestiva ripresa del tavolo di confronto unitario” sulla vicenda relativa all’inquinamento da Pfas in un’ampia area del territorio regionale.
Secondo il sindacato il confronto deve portare alla garanzia di una gestione integrata degli interventi e favorire un accordo di programma “per la condivisione delle azioni da intraprendere, anche nell’interlocuzione con il Governo”.

continua a leggere

CGIL: SULL’AUTONOMIA OCCORRE UNA PROPOSTA CREDIBILE

“Netto dissenso” alla totale regionalizzazione di materie quali l’istruzione, la sanità, il governo del territorio e Laguna di Venezia, le grandi infrastrutture, i flussi migratori, i porti e gli aeroporti, le reti nazionali per l’energia e “perplessità” anche su materie quali il collocamento, la cassa integrazione, la previdenza complementare, il sostegno alle responsabilità familiari che necessitano, quanto meno, di una “maggiore chiarezza nella loro formulazione normativa”.

continua a leggere

RIFORMA DELLE IPAB ANCORA AL PALO. IL SINDACATO SOLLECITA LA REGIONE

“Il Veneto, unica regione in Italia, non ha ancora legiferato sulla riorganizzazione delle Ipab, creando una situazione di stallo in un settore fondamentale per far fronte ad un bisogno sociale di primaria importanza. Proprio nella regione in cui si parla così tanto di autonomia, un progetto di legge su una materia di totale competenza regionale dopo due anni è ancora sulla carta”. Lo ha detto il Segretario Generale della Cgil del Veneto, Christian Ferrari, a proposito della riforma delle Ipab di cui Cgil Cisl Uil chiedono la rapida calendarizzazione in Consiglio regionale, oltre alla ripresa immediata del confronto con il sindacato per affrontare alcune questioni di merito, a partire dal potenziamento del sistema delle Ipab e dalla difesa del loro carattere pubblico.

continua a leggere