UNA CAMPAGNA PER LE SCUOLE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA

“Mille scuole aperte per una società aperta” è la campagna per la difesa e l’affermazione dei diritti dell’infanzia organizzata dalla Cgil assieme al tavolo di associazioni “Saltamuri”. L’obiettivo, come spiega Giuseppe Massafra, segretario confederale della Cgil, è quello di “favorire azioni educative positive per l’accoglienza, la pace, la convivenza democratica e per respingere i recenti attacchi al diritto allo studio che colpiscono in particolare gli alunni extracomunitari”.

La campagna è indirizzata al mondo della scuola e dell’educazione cui propone attività e ricerche interculturali e inclusive da svolgersi nel corso dell’anno.
“Siamo consapevoli – aggiunge Massafra – del ruolo determinante svolto dalle scuole come presidio di democrazia e di promozione culturale. Di qui l’appello a docenti e dirigenti scolastici cui vengono proposti attività e percorsi che educhino all’esercizio della cittadinanza democratica”.
La Cgil con il tavolo “Saltamuri” è impegnata in iniziative politiche e legali per respingere i provvedimenti adottati dai Comuni di Monfalcone, Lodi e dalla Regione Veneto. “Al tempo stesso – conclude il segretario confederale – chiediamo al ministro Bussetti di intervenire con atti di indirizzo per le scuole che impediscano la negazione dell’accesso al sistema educativo e che contrastino ogni forma di discriminazione dei bambini per censo e provenienza, relegandoli in classi ghetto, separandoli da momenti essenziali della vita scolastica come la mensa e i trasporti”.

La lettera al mondo della scuola